Davide Pozzi

 

Strumenti conosciuti / doti canore:

Clavicembalo, Organo

Biografia:

Nato nel 1975, si è diplomato con il massimo dei voti in organo e composizione organistica al Conservatorio “G. Verdi” di Milano nella classe di Eva Frick Galliera. Presso lo stesso Conservatorio si successivamente laureato ottenendo la lode e la menzione d’onore in organo sotto la guida di Ivana Valotti. Diplomato anche in clavicembalo si è successivamente perfezionato a Milano con Lorenzo Ghielmi e, presso la Schola Cantorum di Basilea, con Jean-Claude Zehnder e Andrea Marcon. Come cembalista del gruppo Estro Cromatico di Milano è stato premiato presso i concorsi internazionali di Rovereto e Magdeburg (Germania), entrambi presieduti da Gustav Leonhardt. Un’intensa attività concertistica come solista e come continuista lo ha portato ad esibirsi in Italia e all’estero (Austria, Francia, Germania, Israele, Spagna e Svizzera), ospite di enti concertistici di primissimo piano come Tage Alte Musik Regensburg, Musikinstrumenten-Museum Berlin, Konzerthaus di Berlino, Konzerthaus di Vienna, Musica e poesia a San Maurizio di Milano, Teatro alla Scala di Milano, Auditorium di Milano, Teatro Regio di Parma, Teatro degli Arcimboldi di Milano, etc. Collabora con numerosi ensemble e orchestre fra cui Estro Cromatico, La Venexiana, Atalanta Fugiens, L’Aura Soave (Cremona), Orchestra Sinfonica Verdi di Milano, i Solisti di Pavia e Stradella Consort, sotto la direzione di direttori di fama internazionale come Riccardo Chailly, Robert King, Christopher Hogwood, Helmut Rilling e Vladimir Fedoseyev. Ha inoltre collaborato con solisti quali Gemma Bertagnolli, Emma Kirkby, Nuria Rial, Enrico Dindo, Sergio Azzolini, Alfredo Bernardini e Giuliano Carmignola. Ha eseguito concerti solistici per organo o clavicembalo e orchestra di JS Bach, Galuppi, Händel e Serini. Ha registrato per Deutsche Harmonia Mundi, Amadeus, Stradivarius, Bongiovanni, La Bottega Discantica, RAI Radio 3, Tactus, Bayerische Rundkuft Classic e ORF. Per MV Cremona ha registrato numerosi dischi per organo solo, fra cui le sonate di Jacopo Antonio Arighi (world première recording), composizioni di Bernardo Pasquini e musica di Frescobaldi, Pasquini, Corelli, Händel, Walther e JS Bach. Recentemente si è esibito come solista con l’ensemble Oriol presso la Philharmonie di Berlino, su invito del fagottista e direttore d’orchestra Sergio Azzolini (Bach, concerti per clavicembalo e archi).

I commenti sono chiusi.