Marc’Antonio e Cleopatra

14 marzo 2004 – “Musica Rara”

La partitura autografa della Serenata di Hasse è andata perduta. La ricostruzione della musica si basa su una copia manoscritta della partitura conservata nella Biblioteca Nazionale di Vienna e redatta a Napoli nel 1727 da un copista che si firma Karl Joseph Brauner, Musicus Regius: evidentemente un tedesco appartenente alla Cappella Vicereale di Napoli. L’edizione critica utilizzata nella presente esecuzione è di Reinhard Wiesend ed è stata pubblicata nel 2001 da Carus-Verlag Stuttgart come primo volume della Hasse-Werkausgabe a cura della Hasse Gesellschaft Bergedorf.

I commenti sono chiusi.