Concerto in memoria del Maestro LO VETERE

Basilica di S. Maria presso S. Satiro – Via Torino, 17/19

“Concerto in memoria del Maestro LO VETERE”

Ars Cantica Choir
(Marco Berrini Maestro del coro)
Alla Simonishvili Soprano
Ilia Aramayo Sandivari Contralto
Sergio Spina Tenore
Josè Ignacio Ventura Basso
Arnold Bosman Pianoforte

Ricordando Italo Lo Vetere non si può fare a meno di sentirne la presenta viva ancora oggi, a più di tre anni dalla sua scomparsa, nello sforzo compiuto da tutti coloro che gli sono stati in qualche modo vicini per realizzare e perpetuare i suoi desideri, le iniziative, le attività che in un quindicennio il Maestro aveva messo in atto. Il concerto di oggi e quindi un modo per alimentare la memoria, per far vivere ancora una figura importante per la scena musicale milanese attraverso quell’espressione musicale che forse egli amava più di ogni altra, il canto.. Ma questa è anche l’occasione per sottolineare come l’anima (e in questo caso l’arte) sopravviva al corpo e come di lui ci resti non solo il ricordo di un’iniziativa avviata nel lontano 1980: allora il desiderio era quello di far scintillare nuovi astri nella vita musicale milanese, era quello di organizzare concerti con scopi divulgativi, formativi e informativi. Poi la forma crebbe e si sviluppò articolandosi in modo più ricco: dall’Associazione Musica Rara nacque l’Ensemble Giovanile Ambrosiano, l’orchestra che dava spazio ai giovani musicisti, dava loro la possibilità di esprimersi in un contesto che raramente, ancor oggi, accoglie concertisti agli albori della loro carriera artistica.
L’Ensemble Giovanile Ambrosiano si è poi trasformato nell’Ensemble Musica Rara, proseguendo nella stessa linea instaurata dal Maestro e dall’Associazione da lui fondata: dare spazio ai giovani e contemporaneamente diffondere un patrimonio musicale inaccessibile ai più. “Musica Rara” ha sempre significato, infatti, riscoperta di un repertorio dimenticato, ha significato ricerca musicologica, animata dal grande amore che il maestro Lo Vetere aveva per un patrimonio culturale e artistico bloccato dalle ragnatele degli archivi o da quelle, forse più pericolose, delle leggi di mercato che privilegiavano e privilegiano autori e composizioni di certo richiamo, facendo quindi una scelta controcorrente, il maestro ha costruito un edificio importante, ricco, che tuttora vive grazie all’iniziativa dei suoi amici e del Maestro Arnold Bosman, succedutogli nella direzione artistica e nella conduzione dell’Ensemble Musica Rara: l’attività concertistica e la ricerca musicologica in collaborazione con l’Ufficio Ricerca Fondi Musicali, diretto dalla dott.ssa Mariangela Dona, operante presso la Biblioteca del conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano, sono affiancate dall’attività didattica e di divulgazione della musica presso le scuole, realizzata attraverso iniziative cui Italo Lo Vetere dava grande importanza, dalla conoscenza dei principali generi e forme della musica, al coinvolgimento dei ragazzi nella realizzazione di lavori teatrali. Interpretando quindi il pensiero del suo fondatore, l’Associazione, grazie all’iniziativa creativa di Arnold Rosman, ha realizzato e intende realizzare, opere dedicate specificamente ai giovani, quali il Piccolo Spazzacamino di B. Britten e, nell’immediato futuro, Brundibar di Hans Krasa.

GIOACCHINO ROSSINI (1792-1868)
Petite Messe Solennelle

I commenti sono chiusi.